287.gif

Sono pronte, sono una figata: ben due e-cards da sparare all’ultimo momento nella posta di amici e colleghi in procinto di prendere il largo. Fatevi ricordare durante le Feste Natalizze: spedite le NAT To BE CARDSdi Natale numero uno e numero due.


Clarence è giunto e ha fatto il suo trucco classico: ora Alessio non è mai nato e può vedere come sarebbe stato il mondo (e il web) senza di lui. Ma forse i neo-nettubini non conoscono l’identità dei tre loschi seduti sulla panchina. Sono gli ex-boss di un’internet company che ha tirato le cuoia un annetto fa: la Byenet. Ne trovate traccia il 4/9/2001, il 17/10/2001, il 21/11/2001, per citare casi conclamati. Ma si sono visti altre volte, e se siete a lavorare in ufficio proprio oggi, antivigilia di Natale, sono sicuro che avete il tempo di cercarveli da soli 😉

R:ob

Il Signor Clarence Obody
Il film feticcio dei Clarenciani: IAWL
Tutto su Nostri Padri
NAT to Be’s Christmas Carol 2001

Siamo apparsi in recensione su Tv Sette-Corriere della Sera: “perfetta ricostruzione del suo ambiente di lavoro (new economy ndr.) con tic, manie, mode e perversioni da cui sono afflitti i suoi colleghi, ma di cui difficilmente potrà dirsi immune lui stesso…”
– Anche Buongiorno! con la sua newsletter La Settimana letteraria ci ha considerati: “Le avventure dell’immaginaria Immanet e dei suoi scalcagnati dipendenti raccontano un mondo interconnesso e sconnesso della Rete e i cambiamenti che essa ha portato negli uffici e nella vita delle persone. La scelta è chiara: se lavorate (e non siete mai riusciti a spiegare a vostra madre cosa cavolo fate) nella new economy, questo libro a fumetti fa per voi.”

– E persino Venerdì, il settimanale de La Repubblica, si occupa di To Be Or Net To Be nella pagina delle strenne natalizie. Troppa grazia… 🙂